Mi fido di te

Mi fido di te è un progetto di educazione al volontariato e alla solidarietà per ragazze e ragazzi dai 14 ai 24 anni. Una rete di persone costituite da incontri, relazioni, ed attività di aiuto e sostegno. Alla base di tutto vi è la fiducia tra le persone e nelle persone.

“Mi fido di te”. Non è scontato chi deve fidarsi di chi. 

Dopo una parte di formazione nelle scuole superiori di Reggio Emilia e Provincia e nei gruppi parrocchiali ai ragazzi viene proposto un percorso concreto di volontariato insieme ad anziani, bambini, persone disabili, immigrati.

Nel loro percorso i ragazzi verranno inseriti in una delle attività dei soggetti costituenti la rete “Mi Fido Di Te”.

Tale rete, costituita negli anni dai soggetti promotori, è costituita da più di 40 Associazioni, Cooperative Sociali e Servizi Comunali di Reggio Emilia e Provincia. Ognuno di questi enti ha al proprio interno un referente per il Progetto, sempre in contatto con gli operatori e coordinatori di Progetto.

In questo loro sperimentarsi come coloro che danno una mano saranno affiancati e accompagnati dagli educatori del progetto.

 

“Mi fido di te” non è un semplice progetto dove viene chiesto di fare delle buone azioni.

E’ qualcosa di diverso. Viene chiesto di essere se stessi, ed incontrare altre persone che hanno bisogno di una mano.

Esatto. Di una mano. Di una mano sola. Perché l’altra ce la mettono loro.

 

Partner del Progetto Mi fido di te, è il Servizio di Pastorale Giovanile della Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla.

Il centro servizi per il volontariato di Reggio Emilia, Dar Voce, sostiene il progetto mettendo a disposizione contatti e competenze.

Il progetto Mi fido di te è ormai giunto al suo undicesimo anno di attività.

 

In un anno sono circa 70 le classi incontrate, 98 i volontari che svolgono attività di volontariato


“Mi fido di te” non è un semplice progetto dove viene chiesto di fare delle buone azioni. E’ qualcosa di diverso. Viene chiesto di essere se stessi, ed incontrare altre persone che hanno bisogno di una mano. Esatto. Di una mano. Di una mano sola. Perché l’altra ce la mettono loro.