· 

La risata è il salto del possibile nell’impossibile

“La risata è il salto del possibile nell’impossibile” cit. Georges Bataille.

 

Il sorriso è il modo più sincero per mostrare la propria felicità e condividerla con chi vuoi.

È veramente l’unico mezzo con cui capisci se sei apprezzata. Il sorriso , uno dei migliori modi per essere appagati dopo una giornata di giochi, chiacchierate e merende, spesi per la gioia di qualcuno.

I pomeriggi trascorsi nella Palestrina, col freddo, o al Parco, col caldo, fanno capire a noi ‘grandi’ la voglia che i ‘piccoli’ hanno di trascorrere del tempo con noi. Giocare, ridere, passare due ore la settimana distraendoli un attimo dalla realtà è il migliore dei modi per regalare a qualcuno il mio tempo. Ricevere un sorriso, un disegno è uno dei gesti più apprezzabili. Ti fanno capire che i ‘piccoli’ stanno bene con te ‘grande’ e in fondo tanta differenza non c’è.

È bello fare qualcosa in maniera concreta e diretta. E grazie a questa occasione riesci anche a mettere in atto quello che piace a te ’grande’ per trasmetterlo e farlo apprezzare ai ‘piccoli’.

Creare con carta, stoffa, tempere per pasqua, natale, carnevale, primavera o per nessuna ricorrenza particolare, stimola la mente, la manualità e riesce a tirar fuori in ogni ‘piccolo’ e ‘grande’ cose meravigliose. Cappelli stregati, girandole velocissime, cavalieri medievali e regine, trottole coloratissime, giochi divertenti hanno impegnato ‘grandi’ e ‘piccoli’ al Ludobus.

Da qui riusciamo a capire quanto possa essere meraviglioso distrarre, svagare chi riesce e sa divertirsi, ovviamente in un certo modo perché le regole ci sono sempre!

Ed è ancora più semplice capire perché dico che è bello fare volontariato! Mettere del proprio per ricevere un sorriso ‘piccolo’. E a quel punto ti aspetti creazioni strepitose.

L’emozione di un ‘piccolo’ nel ricevere le attenzioni dei ‘grandi’ è quanto più importante, ma l’emozione di un ‘grande’ che riceve un sorriso del ‘piccolo’ è indescrivibile.

 

Letizia Ferrarini

Scrivi commento

Commenti: 0